Mimmo LANGELLA: il nuovo disco "SOUL TOWN"

Mimmo LANGELLA: il nuovo disco "SOUL TOWN"

Mimmo Langella è un chitarrista decisamente speciale. Napoletano dal cuore "black", può vantare un diploma "con lode" al G.I.T. di Los Angeles, collaborazioni stellari con alcuni tra i jazzisti contemporanei più acclamati del pianeta, e mentre si guadagna il pane in innumerevoli collaborazioni pop porta anche avanti una didattica di altissimo livello, che lo ha visto docente al Guitar C.A.P. di Roma negli anni '90 e coumnist della prima ora su Axe. Per non farsi mancare nulla, è anche un collaboratore di guitar PRAXIS, e la sua biografia completa si trova appunto qui, nella pagina del "chi siamo". 

 

Qualcuno potrebbe pensare che non siamo obiettivi nel parlare di un suo lavoro. È vero. Perciò proveremo a parlarne poco, vi invitiamo ad ascoltarlo direttamente: ci sono succosi assaggi sul suo sito, e lo si può acquistare su iTunes al prezzo di un aperitivo. Però, al posto di un alcolico da bancone del bar servito con grassi a profusione (roba che dura il tempo di una sbronza e un maldipancia), ti porti via una musica che partendo dalle sue "solite" influenze jazz-blues si confonde con nuove sonorità elettro-lounge, poi ritorna a un territorio ritmico di matrice black, gironzola per il soul jazz degli anni '60 e si lascia sedurre da suoni vintege tanto quando da timbri futuristici, in cui la sua chitarra (supportata dalla storica sezione ritmica di Guido Russo al basso e Pasquale De Paola alla batteria) si gioca il palcoscenico con la raffinata voce dell’organo Hammond di Tommy De Paola che contribuisce a creare quel feel vintage tanto caro al leader.

 

Insomma, noi qui siamo convinti che sia un disco da avere, indipendentemente dal genere che ciascuno può frequentare di solito: che tu sia un adepto del jazz o del metal, del rock o del blues, insomma, qui puoi stare certo di trovare musica che ti farà muovere il piedino e venir voglia di metter mano alla chitarra, per godertela, per migliorare.

 

Andate e scaricatene tutti.

 

 

 

Commenta

Login o registrati per inviare commenti

Commenti

copyright guitar praxis tutti i diritti riservati