Home Recording

Home Recording

Anni fa mi capitò di comprare un multi effetto della Zoom (il G2.1u) con incluso nel pacchetto una versione del software Cubase. In quel momento, seppur ne fossi ancora totalmente all’oscuro, nasceva la mia passione per l’home recording che mi ha portato anni dopo a qualificarmi come tecnico del suono.
Non è un percorso particolarmente lungo né difficile, le uniche cose che servono davvero sono:
- passione;
- pratica

 

Questo è uno di quei campi in cui per impare dovete sporcarvi le mani, spesso anche se non avete la minima idea di cosa state facendo. In moltissimi casi all’inizio si va ad intuito o per imitazione e solo dopo si aggiunge un certo grado di consapevolezza ma è a quel punto che  si aprono le porte ad un’infinità di possibilità.

 

Ma partiamo dall’inizio: cos’è l’home recording?

 

Forse è meglio dire cosa non è:
- non è la versione home made di un lavoro in studio;
- non può sostituire l’apporto dato da un professionista del settore;

 

Ovviamente queste non sono verità assolute. Sono solo punti di vista molto relativi. Nella musica finché a dominare sono le motivazioni artistiche, non esistono giusto o sbagliato (tuttavia, purtroppo no: “ho messo delle cose a caso ed è uscita una roba strana che potrebbe avere un significato se vista in una certa ottica” NON è una motivazione artistica, mi spiace). Per questo ogni tanto vi sarà capitato di dire: “suona bene perché suona male” e via dicendo. Questo significa anche che in certi contesti certe cose suonano più vere se suonano più finte del reale. In ambito elettronico difficilmente sentirete un groove di batteria acustico rock. Ci saranno suoni distorti, plastici, mutanti nel tempo. Per tracce ritmiche simili non serve un vero batterista che suoni, anzi, sarebbe sconveniente, ciò nondimeno potete scommettere che dietro quella batteria dai suoni così finti e irreali c’è un lavoro fatto con grande cognizione e capacità.

 

Quindi cos’è l’home recording?

 

L’home recording è un ottimo alleato di qualsiasi musicista:
- è la vostra possibilità di crearvi basi per esercitarvi;
- il modo migliore per far sentire la vostra nuova idea alla band;
- è la pre produzione del pezzo o dell’album prima della vera incisione;
- …e molto altro ancora.

Nei prossimi articoli inizieremo un percorso che ci porterà a toccare i fondamentali argomenti necessari per avere la completa autonomia e creare un efficiente studio creativo casalingo.
 

 

Commenta

Login o registrati per inviare commenti

Commenti

copyright guitar praxis tutti i diritti riservati